Ristorante

Situata nella centralissima Via Roma, l’osteria Angelina svolge anche il servizio ristorante. L’ambiente è molto curato, arredato in maniera moderna ma in stile rustico chic e l’atmosfera molto calda e accogliente. Si tratta di un locale semplice, funzionale e che comunica una sensazione di grande familiarità. Il personale molto gentile e la porta della cucina rimane sempre aperta per dimostrare l’alto livello di igiene e professionalità. Viene previsto un menù fisso a 30 euro a persona e un menù alla carte. Si dona una grande attenzione alle ricette della tradizione gastronomica campana, sia di terra che di mare. Sia i prodotti usati che il vino hanno una provenienza a chilometro zero. Tra i piatti che compaiono nel menù e che sono tra i più apprezzati dalla clientela si ricordano:
– gli spaghetti, vongole, zucchine e pecorino. Questa ricetta viene proposta anche nella versione trofie;
– la parmigiana di melanzane, servita sia come antipasto che come contorno;
– il tagliere di salumi. La composizione varia a seconda delle stagioni ed è sempre molto abbondante;
– la genovese. Si tratta di una delle ricette più semplici, a base di manzo e cipolla di Montoro;
– la frittura di calamari;
– lo scarpariello. Si può scegliere tra la versione a tortiglione oppure quella classica con bucatino. A richiesta del cliente si serve un misto di entrambi;
– i polpitielli alla Luciana. Si tratta di un piatto locale del borgo di Santa Lucia, dove i pescatori venivano chiamati luciani. Erano soliti preparare per cena, tornati a casa dopo una lunga giornata di lavoro, i polipi catturati usando la tecnica dell’anfora.

blank
blank

Infatti ogni giorno al tramonto collocavano delle piccole anfore oppure vasi di terracotta e sassi bianchi sott’acqua vicino alla spiaggia, per poi recuperarli l’indomani con i polpi all’interno. Dal soprannome dei pescatori è derivato il nome della ricetta, che si è diffusa in altre zone della Campania, anche quelle che non sono vicino al mare. In ogni caso, i polpi preparati dall’osteria Angelina reggono perfettamente il confronto con quelli originali;
– gi spaghetti cozze, zucchine e pecorino. La ricetta viene proposta anche in un’altra variante usando le trofie;
– la parmigiana di zucchine;
– le alici fritte;
– il tagliere di formaggi e pecorini secondo stagione;
– le mozzarelline di bufala insieme alla selezione di prosciutti;
– le polpette fritte;
– le zeppoline;
– le crocchè;
– diverse versioni del baccalà. Il più semplice è quello lesso e servito con prezzemolo, olio d’oliva extravergine e aglio. Altre ricette sono il baccalà fritto e il baccalà alla mediterranea;
– gli scialatielli con le cozze;
– gli scialatielli ai frutti di mare;
– gli hamburger di scottona;
– le grigliate;
– la zuppa di scarole e fagioli;
– la tagliata di manzo;
– le polpette al ragù con provola;
– la minestra maritata;
– la frittata di patate;
– l’insalata di patate con cipolle, sedano, aceto, sale e olio extravergne d’oliva;
– il gateau di patate;
– la frittura mista con panzerotti, polpette, zeppoline e verdure;
– i fagioli alla messicana.
Tutti i piatti vengono proposti alla perfezione, così da avere un effetto ancora più spettacolare. Anche i dolci (esclusivamente fatti in casa) sono ben preparati, come la torta della nonna, il boccacciello di pan di stelle e il boccacciello al tiramisù. Molto apprezzate sono le coccole al cioccolato, pasta fritta sotto forma di piccole palline ricoperte di cioccolato. Inoltre sono proposti gli amari per accompagnare il dolce e favorire la digestione e un’ampia selezione di vini. Il ruolo principe è ricoperto dall’amaro Montenegro, tuttavia sono presenti anche molte altre etichette. Tra i vini bianchi e rossi si ricordano anche i vini biologici dell’Abruzzo, come il Montepulciano. Un altro aspetto da tenere a mente è che in occasione di eventi particolari, l’osteria Angelina può realizzare menù speciali. Ad esempio, per la Festa Internazionale della Donna, l’8 marzo il menù comprendeva un aperitivo di benvenuto e a seguire:
– antipasti: fritto misto Angelina, insalata di patate, parmigiana di zucchine e parmigiana di melanzane;
– primo: la genovese oppure lo scarpariello;
– secondo e contorno: grigliata Angelina con insalata e patate e insalata;
– dolci fatti in casa.

Menu